Arrivano iPad Air 10.5″ ed iPad Mini 5 con il supporto ad Apple Pencil

di Claudio Stoduto 0

Come un fulmine a ciel sereno e con una settimana di anticipo rispetto al prossimo evento del 25 marzo, ecco che Apple presenta i nuovi iPad non appartenenti alla linea Pro per questo 2019. Ci sono dei graditi ritorni, delle novità interessanti ed infine alcune amare sorprese purtroppo, come ormai Apple ci ha abituato da tempo.

Partiamo con ordine dal modello che forse più di tutti attendevamo: iPad Mini 5. Dopo tanti anni di attesa ecco che finalmente il prodotto più compatto della linea iPad si è aggiornato con delle specifiche tecniche interessanti fra cui il nuovo processore Apple A12 (che secondo noi lo potranno far durare quanto se non di più del precedente modello). Non cambiano le dimensioni così come il telaio in generale rimane quello già visto su iPad Mini 4 purtroppo. Per cui rimane presente il tasto home con tanto di Touch ID e le relative cornici spesse e ben marcate. Stesso discorso per il display che rimane anche qui un pannello da 7.9 pollici di diagonale con a bordo però la prima grande novità ovvero il supporto alla Apple Pencil.  Ok non sarà semplice interagire forse su quella diagonale del display, ma allo stesso tempo abbiamo finalmente una gamma di tablet omogenea nelle specifiche.

Passando poi invece al nuovo iPad Air 10.5, non è altro che un iPad Pro da 10,5 pollici del 2017. O meglio Apple ne ha preso quanto di buono a partire dal supporto anche qui alla Apple Pencil ed integrando anche quello per la Smart Keyboard, eliminando però quegli aspetti che sembravano essere un cavallo di battagli di quella dimensione di iPad: gli speaker e le ottime fotocamere. Non ci sono ancora conferme relative al display ed alla sua possibile laminazione, ma Apple ha sicuramente fatto un ottimo lavoro da questo punto di vista semplicemente riprendendo più da lontano un modello oggi non più in commercio. Anche qui è presente il chip Apple A12 di ultima generazione che dovrebbe garantire una bella resa in termini di prestazioni per quasi ogni genere di operazione.

Entrambi i modelli, come detto, avranno il supporto alla tanto chiacchierata Apple Pencil. Tuttavia non parliamo della penna mostrata con gli iPad Pro 2018, ma quella della precedente generazione. Per intenderci quindi niente ricarica tramite induzione e supporto a dei magneti che siano in grado di sostenere anche questo accessorio. Si torna indietro al precedente concetto nonché al vecchio metodo di ricarica. Il vantaggio? Il prezzo che è oggi è sceso a 99 euro contro i ben più necessari per quella dei modelli Pro. Ancora presente anche il connettore lightning che ha fatto storcere un po’ il naso a tutti noi purtroppo. Questo vorrà dire che, ad oggi, la porta realizzata da Apple avrà ancora parecchia vita prima di scomparire.

Per maggiori dettagli in merito a questi prodotti, alle loro configurazioni ed al prezzo di vendita vi rimandiamo al nostro articolo completo che potrete trovare su iPhone Italia. Fateci sapere, come sempre, la vostra opinione in merito e diteci anche se siete eventualmente intenzionati a comprare uno di questi nuovi iPad oppure se magari rimarrete ancora con il vostro vecchio modello.

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.