Tutte le principali novità dalla WWDC 2018!

di Claudio Stoduto 0

Apple ha appena concluso l’evento di presentazione della WWDC 2018 in cui ha mostrato tutte le maggiori novità relative ai suoi sistemi operativi.

Ammettiamo che un po ‘ tutti ci aspettavamo delle novità hardware che però, purtroppo, non sono arrivate. L’attenzione quest’anno è stato centrale e totalmente spostato verso il solo software. Un keynote lungo, molto lungo e che in molte fasi poteva essere ampiamente snellito. Ma andiamo con ordine.

iOS 12

Il primo grande focus è stato incentrato sul sistema operativo mobile, quello che solamente da solo riesce a raggiungere ben il 95% della soddisfazione generale fra i clienti. Questi chiedevano una migliore stabilità ed una performance maggiore in primo luogo ed Apple li ha ampiamente accontentati. Sono 14 le principali novità di iOS 12 che partono proprio dall’incremento delle prestazioni di almeno un 40% rispetto alla precedente versione. Si è parlato poi della realtà aumentata e di come le sue migliorie si potranno ulteriormente vedere sui prossimi dispositivi anche grazie al supporto nativo di USDZ. Altro step evolutivo per l’applicazione Foto che ora avrà a disposizione un’intelligenza artificiale che permetterà di potenziare la ricerca dei contenuti, di avere dei suggerimenti proattivi in stile Google Foto e di poter condividere direttamente con il soggetto riconosciuto le foto. Piccole implementazioni per Siri che ora ha introdotto le scorciatoie per Siri che saranno in grado di farci risparmiare del tempo e comunicare direttamente con l’assistente vocale. Ulteriore step per Apple News che subisce un redesign grafico importante e che uniforma un po’ lo stile visto anche dentro le altre applicazioni di Apple. L’app Memo vocale è stata completamente rivista con parecchie novità e, finalmente, l’integrazione con iCloud per non perdere nemmeno un file audio fra i vari dispositivi. Arriva ufficialmente Apple Books, che sostituisce il vecchio iBooks, anche lui ridisegnato e rivisto sotto tanti aspetti grafici e non solo. Infine le quattro sezioni per noi più interessanti. L’applicazione Shourtcut che non è altro che il vecchio Workflow ora integrato nel sistema, il nuovo Non Disturbare con parecchie funzioni aggiuntive anche limitate ad una singola applicazione, le nuove notifiche finalmente raggruppate ed infine il monitoraggio completo dello smartphone tramite il quale potremo vedere tanti parametri come ad esempio l’uso prolungato di alcune applicazioni rispetto ad altre. Piccole novità per le Animoji che vedono l’ingresso di nuove forme oltre che dei Memoji ovvero le nostre Animoji personali replicate in digitale. Per Facetime viene finalmente aggiunto il supporto alle conversazioni di gruppo che, udite udite, supporteranno fino a 32 utenti contemporaneamente.

iOS 12 sarà disponibile in autunno a partire da iPhone 5S in avanti, per iPad di quinta e sesta generazione, per tutti gli iPad Pro e per iPad Air 1 ed iPad Air 2.

watchOS 5

Piccole grandi novità per il sistema operativo dedicato ad Apple Watch. Sul palco Kevin Linch ha mostrato come ci si sia concentrati molto sull’applicazione del fitness introducendo le competizioni fra i vari utenti. In questo modo, viene detto, si sarà più spinti nel cercare di raggiungere i propri obiettivi. Con watchOS 5 ci sarà anche la possibilità di lasciare all’orologio la possibilità di capire automaticamente quando partirà da solo un allenamento e quando finirà permettendo inoltre di poter andare avanti ed indietro nella sessione per vedere i nostri parametri o traguardi. Vengono introdotti tanti nuovi sport interessanti tra cui anche l’acclamatissimo Yoga. Carina la funzionalità dei Walkie-Talkie che permetterà di comunicare rapidamente tramite gli Apple Watch sfruttando una connessione ad internet. Le notifiche su watchOS 5 saranno molto più interattive grazie anche all’introduzione di WebKit che darà un bella marcia in più in tal senso.

watchOS 5 sarà disponibile in autunno a partire da Apple Watch Series 1 in avanti.

tvOS

Apple aggiunge il supporto al Dolby Atmos sulla sua Apple TV 4K. Esso sarà già presente in tutti i titoli supportati su iTunes e sarà un aggiornamento gratuito, gli utenti non dovranno pagare niente in tal senso. Riguardo l’avvicinamento alla televisione tradizionale, Apple ha voluto fare uno step in più che le permettesse di avere circa 100 canali già disponibili dentro il suo box multimediale. Ovviamente tutti molto interessanti quanto limitati agli Stati Uniti. Infine piccola grande novità è la funzione Zero Sign-On per permettere lo sblocco delle applicazioni collegate ad un servizio in abbonamento.

Il nuovo tvOS sarà disponibile in autunno.

macOS

Arriva macOS 10.14 Mojave, un nome esotico e sicuramente di impatto. Le novità ci sono e sono tante, forse poco acclamate rispetto ad iOS. Arriva ufficialmente la Dark Mode che tutti un po’ avevamo visto e cercato nelle precedenti versioni. Vengono poi introdotti i Desktop Dinamici  che cambieranno automaticamente nel corso della giornata in base all’orario. Insieme ad essi è stato poi aggiunto il nuovo Desktop Stacks che darà la possibilità agli utenti di snellire il caos tipico di molte scrivanie mettendo in ordine i file per data, tag o genere. Novità interessanti e comode per il Finder che permetterà ora una miglior gestione del Quick Look con relative novità per le modifiche dei file già in locale sul sistema operativo. Menzione particolare infine per gli screenshot che avranno tante possibilità di personalizzazione e modifica già integrate in macOS. Su questa nuova versione sarà presente anche la funzione Continuity Camera che permetterà, con un clic sul tasto destro del trackpad, di selezionare il nostro iPhone come sorgente per scattare rapidamente una foto da inserire in un documento. Menzione finale per Apple News, Memo Vocali, Casa e la Borsa che vengono ufficialmente aggiunte sul sistema operativo desktop dopo numerose richieste. Non poteva poi mancare un piccolo refresh grafico del Mac App Store che ora è decisamente più in linea con i canoni stilistici dell’azienda.

Il nuovo macOS 10.14 sarà disponibile in autunno in avanti.

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.