iPad (2018) – Il supporto ad Apple Pencil giustifica l’upgrade! – VIDEO

di Francesco Siciliani 0

Finalmente torniamo a parlare di iPad, dopo il modello entry-level visto l’anno scorso sempre su TEEECH. Questo nuovo iPad (2018) cresce in performance e scende ancora di prezzo in modo da risultare molto più accattivante rispetto al passato. Ma la vera novità è relativa al supporto alla Apple Pencil, che arriva finalmente su un modello non “Pro”.

Il nuovo iPad (2018) è stato presentato nella cornice di Chigago durante un evento mediatico dedicato all’istruzione e all’ambito scolastico. E infatti gran parte del pubblico che apprezzerà questo iPad sarà composto da studenti, insegnanti e universitari. Certo, non escludiamo le altre tipologie di utenti che troveranno in questo tablet forse l’unica soluzione appagante a circa 350€ senza passare ad un tablet Android. Solo chi vuole un’esperienza al top e vuole usare un iPad solo e unicamente per lavoro troverà riduttivo questo nuovo modello, preidligendo la versione Pro che però costa quasi il doppio.

Noi stiamo usando questo tablet da tempo e ormai è giunta l’ora di capire se vale la pena passare dal modello dell’anno scorso a questo nuovo iPad 2018.

Design

A livello di design non ci sono cambiamenti. Troviamo esattamente lo stesso identico tablet dell’anno scorso, compatto abbastanza per essere trasportato in giro o in una borsa e offrire una buona diagonale di display.

L’unica differenza rispetto al modello dell’anno scorso è relativa alla colorazione Gold che qui si aggiunge a quella Silver e Space Gray. Il peso non supera i 480 grammi nella versione WiFi + Cellular quindi l’ergonomia è assicurata.

Presente il Touch ID, anche se di prima generazione quindi meno rapido di quello di iPad Pro, con supporto ad Apple Pay per gli acquisti online.

Display

Il display è forse l’unico punto debole del tablet che non riesce minimamente a pareggiare i conti con l’esperienza d’uso dei ben più costosi iPad Pro. Il pannello, comunque ottimo per la categoria, é un IPS da 9.7 pollici con risoluzione pari a 2048 x 1536 pixel. La definizione è ottima così come la luminosità, peccato manchi la laminazione completa (e lo scalino si vede) e il display True Tone, caratteristica che magari ad uno studente avrebbe fatto comodo per affaticare meno la vista. Inutile dire che mancano anche la gamma cromatica P3 e la frequenza di aggiornamento del display a 120Hz (ProMotion).

Durante l’uso quotidiano si notano le differenze solo per la mancanza del True Tone e della laminazione completa, ma solo se abituati ad iPad di fascia più alta.

A compensare tutto questo ci pensa il supporto alla Apple Pencil, il vero e proprio elemento chiave di questo iPad 2018. La Apple Pencil infatti non era mai stata resa compatibile con iPad di categoria non “Pro” e questo ci fa capire quanto questo strumento non sia utile solo per i grafici e i professionisti, ma anche per gli studenti che vogliono prendere appunti e annotare libri, PDF e via discorrendo.

Apple Pencil offre un’esperienza di disegno incredibilmente fluida e naturale. Gli evoluti sensori misurano la pressione e l’inclinazione, per garantire un’accuratezza e una precisione al pixel e una bassa latenza per attività che spaziano dal prendere appunti al tracciare disegni in app come Notability, Pages, Numbers, Keynote e Microsoft Office. La tecnologia palm rejection dell’iPad permette agli utenti di appoggiare la mano sullo schermo mentre utilizzano Apple Pencil.

Il numero di app compatibili con la matita digitale di Apple è sempre più vasto, in modo da coprire quasi tutte le esigenze, da quelle grafiche a quelle scolastiche e di apprendimento. Non bisogna quindi sottovalutare uno strumento così intuitivo e preciso come “tool”da studio. Ed è stato questo il ragionamento fatto a Cupertino per questo nuovo iPad e per le tante applicazioni ottimizzate, come Pages, Numbers e Keynote.

Inoltre Apple Pencil è stata scontata e ora è disponibile a 99€ rispetto ai 109€. Certo, si tratta ancora di prezzi elevati ma tutto sommato questo accessorio risulta molto più coerente con il prezzo già ridotto del nuovo iPad.

Hardware e performance

Parliamo adesso di hardware e di prestazioni, certamente più che sufficienti ma con qualcosa in meno rispetto ad iPad Pro, come era giusto aspettarsi.

Il cuore pulsante di questo nuovo iPad (2018) è il chip A10 Fusion, lo stesso disponibile su iPhone 7 e iPhone 7 Plus. Si tratta di un processore molto buono per quasi tutte le operazioni, capace anche di non eccedere nei consumi energetici. Il chip A10 Fusion è progettato da Apple con architettura a 64 bit di livello desktop e offre prestazioni della CPU e prestazioni grafiche superiori rispettivamente del 40% e del 50%, per una fantastica esperienza multitasking e un utilizzo fluido delle app graficamente più complesse.

Rispetto ad A10X Fusion di iPad Pro, questo chip è chiaramente meno performante ma non si nota fino a che non si spinge il tablet al limite, con grandi operazioni come rendering o esportazioni o con tanto peso sul multitasking e sull’uso simultaneo di più applicazioni.

Anche la RAM ha 2GB in meno rispetto ad iPad Pro ma nell’uso quotidiano non si sente affatto questa mancanza e 2GB risultano più che sufficienti. Insomma, le prestazioni sono paragonabili, tranne che negli usi più spinti e caratteristici di un’utenza pro. Per il resto, questo iPad sarà fluido e soddisfacente in ogni situazione, compresa la realtà aumentata.

La connettività è ottima e non ci sentiamo di fare appunti. La connessione risulta stabile, le performance sono ottime e nella variante cellular ci sono GPS/GLONASS e 23 bande LTE supportate. Di serie sul modello “WiFi only” la doppia banda con protocollo ac. In più è sempre presente la Apple SIM sul modello con connessione Cellular. Grazie all’Apple SIM, i clienti possono collegarsi a piani dati wireless direttamente dal proprio dispositivo quando sono in viaggio in più di 180 paesi e regioni nel mondo.

L’unica differenza tangibile con iPad Pro in termini di connettività è relativa allo Smart Connector che permette l’uso di tastiere e accessori specifici dedicati.

Ma un iPad non è sfruttato solo per studiare oppure lavorare e questo ci porta subito a considerare il suo potenziale in termini di intrattenimento. Il display, come dicevamo, offre buone performance e ci permette di guardare senza problemi contenuti video, film, serie TV e videogiochi. L’audio, sebbene sia caratterizzato da soli due altoparlanti, risulta soddisfacente e con un sufficiente volume. Qualche frequenza risulta sacrificata, soprattutto con i bassi ma niente di tragico, si può ottenere una buona esperienza d’ascolto, seppure non di fascia alta.

L’autonomia del nuovo iPad (2018) è in linea con quelli precedenti. Anche questo modello raggiunge le canoniche 10 ore di utilizzo. Un ottimo risultato anche se la ricarica non è delle più rapide.

Software

Per quanto riguarda il software, iOS ha fatto passo da gigante negli ultimi tempi e la sua versione 11 è davvero ottima per un tablet. Oltre alla stabilità e alla classica intuitività, iOS 11 è stato sviluppato in modo specifico per il tablet di Apple in modo da facilitare tutti gli utenti durante l’uso delle varie applicazioni in tutte le condizioni possibili.

Troviamo un nuovo multitasking, il dock per ospitare più app e richiamarle all’occorrenza, il drag&drop per la gestione dei contenuti tra le applicazioni e una facile gestione di più app contemporaneamente.

Il dock permette di accedere rapidamente alle app e ai documenti più usati da qualsiasi schermata, e rende più facile lavorare con più app contemporaneamente grazie a Split View e Slide Over. Il Drag and Drop rende più facile che mail spostare immagini, testi e file fra le app. Apple Pencil e più profondamente integrata con iPad grazie al supporto per il disegno in linea. L’app Files fornisce un luogo centrale per accedere e organizzare file, a prescindere da dove siano — su iPad o sul cloud – grazie al supporto integrato per iCloud Drive e servizi come Box, Dropbox e simili.

Già dalla versione precedente era disponibile il sistema per affiancare due app e lavorare a schermo diviso ma ora tutto è più ottimizzato. Questo iPad riesce a gestire bene due app contemporaneamente ma se aggiungiamo una terza app in Slide Over notiamo qualche piccolo calo di performance rispetto ad iPad Pro.

L’integrazione con le app, con gli altri device Apple e con l’ecosistema iCloud poi risulta determinante nell’esperienza complessiva di iPad che risulta sempre avanti a quella dei tablet Android.

Fotocamera

Parliamo adesso di fotocamera, non troppo avanzata ma sempre sufficiente a garantire buoni scatti. Troviamo su questo iPad (2018) una fotocamera posteriore da 8 megapixel con apertura f/2.4, autofocus e HDR manuale. La fotocamera, come si nota subito, è parecchio distante da quella montata su iPad Pro e non offre le stesse intriganti performance. Di contro, per chi non è troppo esigente o per gli studenti e per realizzare progetti scolastici, offre comunque una buona qualità, anche video a 1080p 30fps. Manca solo l’autofocus continuo in registrazione.

IMG_1532 IMG_1534 IMG_1530 IMG_1531

Peccato per quella frontale che è la Facetime HD da 1.2 megapixel capace di registrare video a 720p. Magari per qualche videochiamata, una qualità maggiore avrebbe fatto la differenza.

Prezzi e conclusioni

Questo nuovo iPad (2018) è quindi un vero e proprio refresh del modello dell’anno scorso e diventa più rapido e attuale, sempre mantenendo un prezzo decisamente competitivo. Si tratta di un prodotto versatile e potente con display Retina, chip A10 Fusion e sensori evoluti che contribuiscono a fornire coinvolgenti esperienze di realtà aumentata. Il nuovo iPad offre inoltre una portabilità straordinaria, un’incredibile facilità d’uso e una batteria che dura tutto il giorno.

La Apple Pencil poi lo rende praticamente perfetto a questo prezzo e permette a tanti utenti di fare di più e di ottenere risultati migliori con tutte le app ottimizzate. Grazie al nuovo iPad e alla Apple Pencil, infatti, anche gli utenti meno “pro” possono essere più creativi e produttivi, che si tratti di annotare un’idea, prendere appunti o scrivere del testo su uno screenshot.

iPad (2018) è disponibile nei colori argento, grigio siderale e nella nuova finitura oro a partire da €359 per il modello da 32GB Wi-Fi e da €489 per il modello da 32GB Wi-Fi + Cellular presso apple.com e gli Apple Store. E’ anche disponibile presso i rivenditori autorizzati Apple e alcuni operatori. Il prezzo arriva fino a 579€ in versione top.

Si tratta di un prezzo decisamente inferiore rispetto al modello “Pro” che parte da 739€. La Apple Pencil costa ora 99€ e risulta molto più accattivante mentre le Smart Cover per iPad sono disponibili a €39 nei colori grigio antracite, blu notte, (RED), bianco e rosa sabbia su apple.com e presso gli Apple Store.

Segnaliamo anche che per gli studenti verificati sulla piattaforma dedicata, ci sono ulteriori scontistiche.

7.9

Questo nuovo iPad (2018) è quindi un vero e proprio refresh del modello dell'anno scorso e diventa più rapido e attuale, sempre mantenendo un prezzo decisamente competitivo. La Apple Pencil poi lo rende praticamente perfetto a questo prezzo e permette a tanti utenti di fare di più e di ottenere risultati migliori con tutte le app ottimizzate.

Design
7.0
70%
Display
7.0
70%
Hardware
8.5
85%
Software
9.0
90%
Connettività
8.5
85%
Audio
7.5
75%
Fotocamera
7.0
70%
Autonomia
8.0
80%
Prezzo
9.0
90%

Pro

Performance
Apple Pencil
Software
Prezzo

Contro

Display
Audio

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.