Tim Cook: gli utenti non vogliono la fusione fra iPad e Mac

di Claudio Stoduto 0

Il CEO di Apple Tim Cook è sempre molto mirato con le sue comunicazioni e non lascia al caso nulla, nemmeno quando l’argomento è spinoso come il futuro riguardante iPad e Mac.

Da anni ormai si parla sempre in maniera più insistente della possibilità di vedere iOS e macOS convergere verso una sola ed unica soluzione. Apple ha anche mosso molta di questo pensiero ampliando prima le potenzialità dell’iPad e lanciando poi la linea Pro del prodotto. Di contro invece i Mac hanno subito una naturale evoluzione nel tempo con la grande novità che andata a riguardare l’introduzione delle porte USB di tipo C o la nuova Thuberbolt 3.

Dalle parole emerse in queste ore, Tim Cook ha fatto chiaramente capire quale sembra essere la posizione dell’azienda ad oggi in merito a questo argomento. Infatti il CEO ha confermato come Apple non voglia credere all’idea di voler indebolire uno o l’altro settore per favorire la crescita dell’avversario (dove per tale viene inteso il settore dei Mac). Aggiunge inoltre che unire i due prodotti non potrebbe essere la mossa giusta perché ad oggi l’azienda si ritrova con un tablet ed un computer che primeggiano in assoluto all’interno delle loro categorie di riferimento. Ma non solo perché viene riportato come questi prodotti, continua poi Tim Cook, sono anche spinti al massimo in maniera tale da eccellere sui concorrenti in ogni ambito.

Da qui il grande dilemma e l’interrogativo più classico. Niente Mac touchscreen quindi? Oppure, niente iPad con macOS?

Al momento parrebbe proprio di no ed anzi Apple vorrebbe mantenere ben distanti le due divisioni. Tuttavia il mercato è mutevole ed abbiamo assistito in pochi anni come l’iPad abbia conquistato delle quote di mercato importanti e che nessuno forse si era mai immaginato fino a qualche anno fa.

Il futuro che in molti auspicavano è stato quindi rimandato, almeno per ora?

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.