HomePod: ordini tagliati e nuovo modello economico in arrivo?

di Claudio Stoduto 0

Diciamo che non é stato un anno perfetto per Apple visto che HomePod, la sua grande rivoluzione dell’anno, ad oggi é ancora molto indietro ai concorrenti.

É difficile oggi definirlo un successo poiché le vendite sono state di molto sotto alle attese. Uno dei maggiori problemi é stato sicuramente la scarsa diffusione di Siri nel mondo e, soprattutto, le sue limitazioni software. Google Home e Amazon Alexa sono al di sopra del suo livello di interazione e l’integrazione con i servizi di terze parti ha giovato alla loro diffusione e sviluppo cosa che invece Apple non ha sicuramente favorito più di tanto.

Le indiscrezioni parlano di un possibile taglio degli ordini verso i fornitori con una produzione passata da 500000 unità prodotte a circa 200000 per settimana. Una decisione netta e molto forte visto che si tratta di oltre il 50% della produzione. I rumors in realtà erano circolati in Rete da vario tempo ed ora pare che possano essere stati confermati.  Inoltre va detto che queste voci vedrebbero di contro anche l’inizio della produzione di un prodotto più compatto e decisamente più economico. HomePod Mini potrebbe essere quindi già stato ingegnerizzato al punto tale da iniziarne la sua produzione. Facendo riferimento a quest’ultima voce, potrebbe essere la mossa vincente per Apple visto che i suoi principali competitors, come Amazon e Google, hanno perseguito questa scelta ormai da tempo. Sia chiaro che a Cupertino economico vuol dire comunque avere un prezzo più alto della soglia media del mercato. Di questo passo, a patto di ridurre le specifiche e la qualità del prodotto, ci potremmo aspettare un HomePod Mini sulla soglia dei 89/109 euro.

Qualora queste voci fossero confermate si potrebbe in parte dire che HomePod é stato un mezzo flop. Apple é arrivata convintissima sul mercato ma con un ritardo fisico che non ha giovato alla diffusione del prodotto. Inoltre, come già ampiamente riportato, anche Siri non é mai stato sviluppato al fine di superare i suoi limiti ed i suoi difetti. Questo mix di operazioni avrebbe comportato quindi a questa scelta di Apple nell’ampliare la gamma di dispositivi offerti. Speriamo che sia stata una mossa giusta e che possa portare ad una sterezata concreta per il settore.

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.